codice ID 31492 Piattaforma MIUR-SOFIA

Dal 3 al 6 settembre 2019, presso l’Hub Tecnologico di San Rocco a Matera, prenderanno  avvio le #OFFICINE DI #CULTURADIGITALE, il meta incubatore per la formazione del Corpo docente e degli Studenti delle Scuole italiane sull’innovazione digitale per il Cultural Heritage, presentato il 17 maggio a Matera dal Sindaco, dagli Assessori alla Cultura e alla Pubblica Istruzione del Comune di Matera, dal Rappresentante dell’Ufficio Scolastico Regionale della Basilicata e dalla Rete DiCultHer, soggetto ideatore e attuatore del progetto.

Il meta incubatore avvierà le sue prime attività con una prima sessione del progetto formativo indirizzato al Corpo docente delle Scuole (DiCH_InCube) di ogni ordine e grado italiane, dal titolo: “CONOSCERE L’ECOSISTEMA DIGITALE, IDENTITA’ CULTURALE DELLA CONTEMPORANEITA’”.

Per l’intero anno scolastico 2019-20, il progetto formativo DiCH_InCube è articolato in cinque Unità Officinali basate su comunità di pratiche (EWorks): 1. CONOSCERE L’ECOSISTEMA DIGITALE, IDENTITA’ CULTURALE DELLA CONTEMPORANEITA’; 2. METODOLOGIE E TECNOLOGIE DIGITALI PER LA RICERCA DI INFORMAZIONI E DOCUMENTAZIONE; 3. VALUTARE, SCEGLIERE, RIUTILIZZARE, GESTIRE LE RISORSE DIGITALI; 4. METODOLOGIE DELLA RICERCA DIGITALE; 5. PATRIMONIO CULTURALE, DIGITALIZZAZIONE E DIGITAL CULTURAL HERITAGE, il cui impianto progettuale nasce per favorire la sperimentazione operativa dell’apprendimento delle complesse dinamiche e problematiche connesse con l’innovazione digitale applicata al Cultural Heritage.

Tali Unità Officinali sono mirate ad approfondire i diversi aspetti della digitalizzazione del patrimonio culturale e della cultura digitale tramite attività formative ad impostazione eminentemente laboratoriale, svolte in interazione con ricercatori e tecnologi esperti provenienti dai contesti dell’alta formazione, della ricerca e dell’innovazione afferenti alla Rete DiCultHer.

Nelle varie sessioni laboratoriali i docenti avranno la possibilità di partecipare ad attività finalizzate a massimizzare il principio della “titolarità culturale” esercitata con diritto e la “presa in carico” di una responsabilità comune e condivisa rispetto a un bene comune, il patrimonio culturale, anche nella prospettiva di contestualizzare la Convenzione di Faro nell’Era Digitale. In particolare i Docenti potranno:

  • elaborare, sperimentare e sviluppare una cultura digitale consapevole, priva di pregiudizi sull’attribuzione in base al genere di abilità, interessi, competenze, che li renda a loro volta protagonisti dei processi di educazione digitale delle future generazioni;
  • dotarsi degli strumenti culturali e formativi atti a stimolare la vera interdisciplinarità -attraverso l’abbattimento di barriere tra saperi umanistici e scientifico-tecnologici- e l’inserimento in comunità di pratica nel campo della co-creazione, conservazione, valorizzazione e salvaguardia del nuovo Digital Cultural Heritage.
  • attuare il mainstreaming rispetto a genere e saperi nella consapevolezza che sono un’interazione priva di pregiudizi può produrre, grazie alle culture digitali, il progresso sociale necessario ad un ecosistema sostenibile anche dal punto di vista ambientale ed economico

Dal 3 al 6 settembre 2019 prenderà avvio la prima Unità Officinale dal titolo:

“CONOSCERE L’ECOSISTEMA DIGITALE, IDENTITA’ CULTURALE DELLA CONTEMPORANEITA’”

L’Unità Officinale della durata complessiva di 50 ore, accreditata sulla piattaforma SOFIA del MIUR con il codice ID 31492, è articolata in:

  • Attività in presenza (16 ore, 4 incontri mattutini da 4 ore dal 3 al 6 settembre)
  • Lavoro collaborativo (8 ore, 4 incontri pomeridiani da 2 ore dal 3 al 6 settembre)
  • Ricerca in classe (10 ore)
  • Studio individuale (16 ore)
  • Restituzione esiti della ricerca realizzata nella/e classe/i, da presentare alla “Rassegna dei prodotti realizzati sui temi del Digital Cultural Heritage dalle scuole italiane #RassegnaDCH2020“ prevista a Matera durante la quinta edizione delle Settimane della Cultura Digitale (30 Marzo – 4 Aprile 2020).

Al termine del corso sarà rilasciato un attestato di partecipazione corrispondente ai CFU da parte dell’Università degli Studi “A. Moro” di Bari, in qualità di soggetto qualificato e riconosciuto dal MIUR e la DigitalCulturalCard, il Sistema di certificazione delle competenze acquisite della rete DiCultHer.

Responsabile del corso: prof. Nicola Barbuti, Università degli Studi “A. Moro” di Bari e Responsabile Polo DiCultHer Apulian.

I docenti potranno utilizzare LA CARTA DOCENTE

Dal seguente link è possibile scaricare la scheda del corso:

*********************

Contestualmente alle attività formative officinali, i docenti potranno approfondire anche la programmazione delle attività per l’imminente anno scolastico 2019-20 tramite il loro coinvolgimento partecipativo alla definizione dei futuri percorsi formativi scolastici curriculari finalizzati a sviluppare cultura digitale.

Inoltre, in chiusura del Corso sarà condiviso con i docenti il progetto formativo DiTaG_Lab(Di(gital)Ta(lent)G(arden)_Lab) indirizzato agli Studenti del triennio finale degli istituti di istruzione secondaria superiore, finalizzato alla conoscenza sull’innovazione digitale applicata al Cultural Heritage e alla cultura digitale indispensabile alla co-creazione del sistema di competenze consapevoli e la titolarità culturaleper prepararli ad affrontare la sfida della gestione e conservazione per le generazioni future del nuovo Digital Cultural Heritage.

Per consentire la programmazione dell’apertura delle #Officine di Cultura Digitale, si richiede una dichiarazione di interesse alla partecipazione alla prima sessione, che è possibile effettuare entro il 30 Luglio 2019 su Eventbrite (https://www.eventbrite.it/e/biglietti-kick-off-delle-officine-di-culturadigitale-62070634940)

Iscrizioni e informazioni sulla Piattaforma SOFIA del MIUR indicando il codice ID 31492

Categorie: NEWS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: