1. Finalità

  • Promuovere l’accesso alla cultura attraverso processi fondati sul digitale, come elemento essenziale nelle relazioni interculturali e per un nuovo Rinascimento digitale;
  • Promuovere la nascita e lo sviluppo di una comunità on-line, che funzioni come laboratorio permanente per la trasmissione generazionale di conoscenze e pratiche digitali;
  • Diffondere la conoscenza e l’utilizzo dei processi digitali attraverso la pratica;
  • Promuovere la progettualità giovanile, in termini utopici positivi e costruttivi di ideazione e creazione di una società multiculturale intesa come fonte di valori, identità e senso di cittadinanza;
  • Incrementare la consapevolezza dell’esistenza e del valore delle culture digitali come risorsa e bene comune da conservare come memoria del processo creativo nello spazio e nel tempo;
  • Aiutare i giovani a orientarsi durante la navigazione nell’oceano di opportunità delle nuove culture digitali;
  • Rendere evidente il ruolo del digitale nel patrimonio culturale, inteso sia come strumento per la sua valorizzazione e conservazione che come patrimonio esso stesso.

2. Partecipanti

Il concorso è esteso ai giovani delle scuole primarie, secondarie di I grado e superiori italiane ed estere, che presentino le loro opere in lingua italiana sotto la supervisione di un massimo di due insegnanti per gruppo di partecipanti.

3. Tema, sfide ed elaborati

In occasione del 2018 – Anno Europeo del Patrimonio Culturale i partecipanti sono chiamati a riflettere sul tema dell’Europa come più grande laboratorio interculturale mondiale e a rispondere ad una delle seguenti due sfide:

  1. Riconoscere e descrivere uno o più elementi della cultura italiana o locale che siano diventati elementi quotidiani e rilevanti per altre popolazioni europee;
  2. Riconoscere e descrivere uno o più elementi di altre culture europee che siano diventati elementi quotidiani e rilevanti nella cultura italiana o locale.

In entrambi i casi i partecipanti dovranno giustificare con chiarezza la propria scelta e dare evidenza dell’impatto dell’elemento individuato in termini di legami interculturali.

La risposta alle sfide dovrà essere proposta come una o più unità narrative digitali. Non esistono vincoli relativi al format, che potrà essere, a titolo esemplificativo e non esaustivo, un video-clip, una graphic novel, una infografica, una canzone, una raccolta di immagini, foto o video, un racconto lineare o ipertestuale, un audio-racconto.

4. Diritti sugli elaborati

Tutto il materiale consegnato dovrà essere liberamente ridistribuibile sotto la licenza Free Culture “Creative Commons – Attribuzione Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale”.

5. Modalità di svolgimento

Il concorso si svolge in due fasi.

La prima fase consiste in un bando per idee ed è aperta dal 30 novembre 2017 fino alle ore 23.59 del 31 marzo 2018. Entro tale data gli insegnanti supervisori saranno chiamati a compilare un modulo on-line per scegliere una delle due sfide e descrivere come intendano trattare il tema del concorso. Dovranno essere spiegati chiaramente l’elemento culturale prescelto, la sua valenza interculturale, il soggetto dell’unità narrativa e le modalità intese per realizzarlo.

Durante la III Settimana delle Culture Digitali (9-14 Aprile 2018) ciascuno dei cinque componenti del team interdisciplinare di professionisti impegnato nella realizzazione di “Piazza Europa – Monumento Digitale all’Interculturalità Europea” selezionerà da una a tre idee tra quelle proposte e pertanto da un minimo di cinque a un massimo di quindici gruppi di studenti saranno ammessi alla seconda fase.

La seconda fase si svolgerà dal 13 Aprile al 31 Maggio 2018. Durante tale fase gli insegnanti e gli studenti avranno la possibilità di vivere una semplice, ma fattiva esperienza di collaborazione online insieme ai professionisti per realizzare la propria idea in modo che sia possibile inserirla all’interno del monumento digitale.

6. Modalità di valutazione e premi

Il professionista-tutor assegnato a ciascun gruppo di lavoro valuterà a proprio insindacabile giudizio, se l’elaborato realizzato dagli studenti risponda ai criteri di qualità richiesti dall’opera di cui è responsabile. In tal caso, esso sarà inserito all’interno del Monumento Digitale all’Interculturalità Europea e tutti i nomi degli insegnanti e degli studenti saranno registrati come co-autori in una apposita sezione visibile al pubblico.

Per superare la vecchia logica competitiva del concorso e favorire una più moderna e fruttuosa situazione di creazione di rapporti persistenti tra professionisti dell’educazione impegnati nella diffusione dei processi digitali agli insegnanti partecipanti viene offerta la possibilità di vincere un premio collettivo, qualora la qualità complessiva degli sforzi risulti al di sopra di una soglia minima di qualità. Tutti i professionisti-tutor assegneranno un voto da 1 a 10 a ciascun elaborato consegnato entro i termini in base alla validità dell’idea espressa e alla qualità della realizzazione. Gli elaborati non consegnati riceveranno una valutazione pari a 0. Qualora la media totale dei voti espressi per tutti gli elaborati sia superiore a 5, allora tutti gli insegnanti che abbiamo consegnato gli elaborati nei termini riceveranno in premio la possibilità di partecipare a Settembre 2018 ad una edizione speciale con tutoraggio riservato del corso online “Nuovi paradigmi di interazione nell’ambito del Digital Heritage” della Università Politecnica delle Marche. Nel caso la media dei voti risultasse pari o inferiore a 5 il premio non sarà assegnato.

Tutti i partecipanti riceveranno un attestato.

7. Modalità di iscrizione

L’iscrizione al concorso deve essere effettuata da un insegnante esclusivamente compilando l’apposito modulo on-line sul sito http://diculther.it entro le ore 23.59 del 31 gennaio 2018.

Non esistono vincoli di nessun tipo circa la composizione dei gruppi di lavoro degli studenti, se non che appartengano alla medesima scuola. Alla fase del bando per idee possono partecipare anche più gruppi diversi appartenenti al medesimo istituto. Ciascun gruppo non può essere supervisionato da più di due insegnanti.

8. Consegna degli elaborati

La consegna degli elaborati della prima fase deve essere effettuata entro le ore 23:59 del 31 marzo 2018 esclusivamente attraverso l’apposito modulo on-line sul sito http://diculther.it .

La consegna degli elaborati della seconda fase deve essere effettuata entro le ore 23:59 del 31 maggio 2018 esclusivamente attraverso l’apposito modulo on-line che sarà reso disponibile sul sito http://diculther.it .

9. Assistenza Tecnica

L’assistenza tecnica ai partecipanti sarà fornita esclusivamente attraverso il gruppo Telegram “CCD2018”.

Categorie: CONCORSO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: