In collaborazione con ICCU e Europeana Education

#imparaconEuropeana

Questa sfida prevede la selezione e il riuso delle risorse aggregate da Europeana per realizzare ricerche, pubblicazioni, presentazioni, risorse interattive. La classe partecipante seleziona il tema della ricerca e predispone il progetto per la realizzazione di un prodotto multimediale in cui si presenteranno le risorse selezionate su Europeana e contenuti (testi, audio, immagini) prodotti dagli studenti sulla base della loro creatività e dei processi partecipativi per lo storytelling. Il prodotto realizzato sarà pubblicato su un sito web dedicato realizzato con la piattaforma MOVIO, che sarà interoperabile con l’aggregatore nazionale CulturaItaIia e tramite questo, con Europeana .

Premessa

Europeana è il portale dell’Unione Europea per il Patrimonio culturale che offre 58.5 milioni di contenuti digitali, tra opere d’arte, manufatti, libri, film e file audio, provenienti da più di 3.500 biblioteche, musei, archivi e gallerie e istituti per la conservazione dei beni culturali di tutta Europa. Gli utenti hanno la possibilità di navigare sulla piattaforma in 27 lingue e di esplorare i contenuti per periodi storici, mostre virtuali e gallerie e collezioni tematiche, come Arte, Musica, Moda, Fotografia, Migrazioni, Giornali, Manoscritti, Prima guerra mondiale.

Un grande patrimonio che può essere utilizzato dalle scuole e dagli studenti.

Europeana è perciò un grande archivio di fonti primarie che possono essere direttamente consultate e studiate dagli studenti. Esaminando le fonti primarie gli studenti potranno approfondire il senso della storia e della complessità del passato sviluppando la capacità di pensiero e di analisi critica.

Per aiutare gli studenti a consultare le risorse del portale europeo è disponibile una Guida all’uso di Europeana https://pro.europeana.eu/files/Europeana_Professional/Education/Documents/Guida%20all’uso%20di%20Europeana%20per%20la%20formazione.pdf

E’ stato anche realizzato, in collaborazione tra Europeana Education, ICCU e DiCulther, un Portale https://www.diculther.it/europeana-iccu/ che illustra  le caratteristiche di Europeana con particolare riferimento ai contenuti in lingua italiana.  

Valore didattico

Le classi che partecipano alla sfida #imparaconEuropeana, guidate dall’insegnante, che identificherà l’argomento della ricerca da svolgersi in un periodo più o meno breve del calendario scolastico, selezioneranno le risorse pubblicate in Europeana per realizzare ricerche, pubblicazioni, presentazioni, risorse interattive.
Partecipare a quest’attività rappresenterà un’occasione per sperimentare una didattica fuori dagli schemi che sviluppi le competenze nell’ambito della cultura digitale e stimoli la consapevolezza di una ’identità europea: Gli studenti in questo modo acquisiranno competenze in:

  1. Comunicazione nella madrelingua. Utilizzare il patrimonio lessicale ed espressivo della lingua italiana per elaborare le ricerche  e i progetti multimediali.
  2. Comunicazione nelle lingue straniere. Utilizzare le principali lingue comunitarie per comunicare gli i risultati conseguiti in più lingue.
  3. Attività tecniche. Per realizzare piccoli progetti realizzati con applicazioni Open Source.
  4. Sviluppo prodotti digitali. Utilizzare strumenti di comunicazione visiva e multimediale per produrre immagini, audio, video, gallerie fotografiche; apprendere le norme relative all’uso e riuso delle risorse digitali e saper applicare le licenze adeguate.
  5. Imparare a imparare. Partecipare attivamente alle attività portando il proprio contributo personale. Reperire, organizzare, utilizzare informazioni da fonti diverse per assolvere un determinato compito.
  6. Sviluppo di relazioni sociali e civiche. Collaborare e partecipare a un lavoro di gruppo.
  7. Spirito di iniziativa e imprenditorialità. Progettare e pianificare; saper selezionare; esplorare i grandi archivi digitali per conoscerli meglio.
  8. Consapevolezza ed espressione culturale. Riconoscere il valore e le potenzialità del patrimonio culturale materiale e immateriale e stabilire collegamenti interdisciplinari. Riconoscere gli aspetti geografici, storici, ecologici, territoriali dell’ambiente naturale ed antropico, le connessioni con le strutture demografiche, economiche, sociali, culturali e le trasformazioni intervenute nel corso del tempo. Apprendere a catalogare i beni nel rispetto degli standard terminologici,

Selezione dei contenuti digitali

Le classi sono libere di selezionare i contenuti che sono di loro interesse, nel rispetto delle licenze che ne permettono il riuso. Per facilitare la ricerca dei contenuti, le classi possono consultare in Europeana, una selezione di dataset organizzati per livello didattico, tipo di risorsa (disegno, dipinto, libro, giornale ecc.), area geografica, soggetto (letteratura, storia, grande guerra, filosofia ecc.).

Si veda all’indirizzo web: https://pro.europeana.eu/resources/datasets?&page_data=2

Come partecipare alla sfida:

  1. La classe partecipante seleziona il tema della ricerca e predispone il progetto per la realizzazione di un prodotto multimediale in cui si presenteranno le risorse selezionate su Europeana e dei contenuti (testi, audio, immagini) prodotti dagli studenti sulla base della loro creatività e dei processi partecipativi per lo storytelling.
  2. La classe sceglie le risorse su Europeana, tenendo presenti le condizioni di riuso.
  3. La classe sceglie l’applicazione o la piattaforma per la realizzazione del prodotto multimediale, come ad esempio presentazione in formato power point, e-book in pdf, guide multimediali.
  4. La classe partecipante si registra alla sfida attraverso il modulo https://goo.gl/forms/A5BcJ5YcDJq9TxGz1
  • Ogni scuola può partecipare con più classi.
  • Ogni classe può partecipare a più sfide
  • Uno stesso tema di ricerca può essere candidato da classi diverse (infatti la narrazione può essere diversa se fatta da una classe di scuola primaria o secondaria).
  1. Il prodotto terminato (RISULTATO) verrà trasmesso su questo Portale www.diculther.it (con le modalità che verranno rese note)  accompagnato da una scheda descrittiva che sarà compilata dalla classe partecipante. Nel caso di dubbi o informazioni incomplete, verrà contattato il referente della classe per le opportune verifiche, integrazioni o correzioni. Il prodotto completo delle informazioni descrittive sarà inoltre pubblicato su un sito dedicato e pubblicizzato nel portale CulturaItalia, l’aggregatore nazionale che raccoglie i contenuti di biblioteche, musei e archivi italiani e li invia ad Europeana.
  2. La scuola e la classe devono essere consapevoli che consegnando i contenuti multimediali prodotti, li rilasciano con una licenza aperta per favorirne la diffusione e la riusabilità e cioè per permetterne il libero riuso selezionando una licenza tra CC BY, CC-BY-SA, CC0. La selezione di licenze che permettono un riuso limitato, dovrà essere motivata. In questo caso la scelta ricadrà tra le seguenti licenze: CC BY-NC-ND, CC BY-NC-SA, CC BY-NC, In Copyright – Uso consentito per fini educativi, CC BY-ND. Le informazioni presenti nella scheda descrittiva, compresa ’una immagine di anteprima in 1200px, saranno pubblicate in CC0.

Attraverso l’applicazione di tali licenze, la scuola è consapevole che le informazioni descrittive dell’oggetto digitale e l’icona dell’immagine raffigurante l’oggetto candidato potranno essere condivisi con aggregatori di risorse culturali italiani ed europei (es. CulturaItalia ed Europeana).

  1. Lo staff dell’ICCU provvederà a verificare i contenuti ricevuti e a pubblicarli sia sul sito dedicato sia sul portale CulturaItalia.
  2. Per ogni dubbio, è attivo un servizio di help-desk alla mail imparaconeuropeana.iccu@gmail.com