Il Convegno del 9 ottobre 2020, che ha avviato il ciclo di webinar a “rete” che si terranno con periodicità settimanale fino alla sesta edizione della #SCUD2021 Settimana della Cultura digitale (3-10 Aprile 2021). è disponibile su YouTube nel Canale DiCultHer alla pagina https://www.youtube.com/watch?v=e2hzgGBvL8I.

Il Convegno in streaming del 9 ottobre, per affrontare i temi attinenti al Patrimonio culturale e la Convenzione di Faro nell’era digitale, declinati attraverso le sensibilità e le esperienze delle comunità scientifiche e educative di riferimento dell’Associazione internazionale DiCultHer. è stato il primo di un ciclo di seminari a “rete” e diluito nel tempo, dal prossimo 23 ottobre fino alla sesta edizione della Settimana della Cultura digitale (3-10 Aprile 2021).

Un ciclo di seminari settimanali – coerente con le linee d’azione previste nel Protocollo d’Intesa siglato nel febbraio 2016 e rinnovato il 30 settembre 2019- tra la Direzione Generale Educazione e Ricerca del MiBACT e DiCultHer e con il Patrocinio di ICOM Italia-, per affrontare i temi attinenti al Patrimonio culturale e la Convenzione di Faro nell’era digitale, declinati attraverso le sensibilità e le esperienze delle comunità scientifiche e educative di riferimento del Network DiCultHer il cui destinatario principale è il mondo della Scuola e quello degli operatori culturali.

Al Convegno, il cui titolo stato UN ‘FARO’ PER LE COMUNITÁ PATRIMONIALI – Tra processi partecipativi e nuovi strumenti di ricerca, collaborazione e disseminazione hanno partecipato:

  • Carmine Marinucci, Presidente dell’Associazione Internazionale DiCultHer, che ha moderato il Convegno
  • Paolo Lattanzio, VII Commissione permanente Cultura ed Istruzione, Camera dei deputati, che ha introdotto il Convegno
  • Marina Di Berardo, in rappresentanza della Direzione Generale Educazione e Ricerca del MiBACT
  • Clara Rech e Giovanni Vespoli, in rappresentanza della Direzione generale per lo studente, l’integrazione e la partecipazione del MIUR
  • Claudio Pettinari, Rettore dell’Università di Camerino
  • Sabrina Ciancone, Sindaco di Fontecchio (TE)
  • Leandro Ventura, Direttore dell’Istituto Centrale per il Patrimonio Immateriale, MIBACT
  • Simonetta Buttò, Direttore dell’Istituto Centrale del Catalogo Unico-MiBACT
  • Dino Buzzetti, Formerly Associate Professor UniBO, Guest Fellow, Fondazione Scienze religiose Giovanni XXIII, (BO)
  • Nicola Grasso, Università degli Studi del Salento
  • Massimiliano Zane, Esperto per lo sviluppo e la valorizzazione del patrimonio
  • Pamela Giorgi, Primo Ricercatore INDIRE
  • Letizia Bindi, Università degli Studi del Molise, Coordinatrice Polo DiCultHer Molise
  • Germano Paini, Università di Torino, Presidente del Comitato Scientifico Associazione DiCultHer, che ha tratto le conclusioni

Nel Convegno è stato discusso il tema della Convenzione di Faro, presentata dal Consiglio d’Europa già nel 2005 e sottoscritta dal Governo italiano già nel 2013, la cui ratifica da parte del Parlamento italiano è finalmente sopraggiunta nei giorni scorsi.

Il processo è stato lungo per l’Italia ma il risultato e il momento inducono a rallegrarci comunque per questa avvenuta ratifica per quanto la piena adozione di questa Convenzione può rappresentare una grande opportunità per le comunità patrimoniali, per i processi di partecipazione e presa in carico dei patrimoni, per il rafforzamento della dimensione collettiva e delle pratiche di salvaguardia e valorizzazione dei patrimoni culturali condivisi, per l’appunto, dalle comunità, dall’associazionismo, dai gruppi informali, persino.

Per DiCultHer e per tutta la comunità che ha a cuore la valorizzazione del Patrimonio Culturale e la sua titolarità da parte delle comunità di cittadini questo è un passaggio importante. Sin dalla sua costituzione nel 2015, DiCultHer ha infatti perseguito l’obiettivo di “Contestualizzare” la Convenzione di Faro all’era digitale.

Categorie: NEWS

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: