Dopo gli incontri “Educazione all’eredità culturale digitale: dalla Piattaforma Blockchain #LRXCultura alla #CartadiPietrelcina”  a Matera il 2 settembre e a Catania il 18 Settembre u.s, dedicati allapresentazione della programmazione delle attività DiCultHer per l’a.s. 2019–20, (https://www.diculther.it/programmazione-delle-attivita-diculther-per-lanno-scolastico-2019-2020/)  da oggi è on line la prima Piattaforma #Blockchain dedicata alla #CULTURA e al mondo dell’#istruzione e della #formazione collegata alla Programmazione delle  attività #DiCultHer https://lirax.org/it/cultura-e-blockchain/

L’iniziativa, presentata durante le sopra citate giornate #DiCultHer promosse e dedicate alle riflessioni sul valore culturale dei prodotti nati nell’Era Digitale, rappresenta una ulteriore occasione per favorire la consapevolezza e l’uso responsabile del digitale nel mondo dell’Istruzione e della formazione, attraverso un coinvolgimento attivo e consapevole dei giovani e dei loro docenti con  la Blockchain, una tecnologia  cui le nuove generazioni, e non solo, dovranno confrontarsi. Per DiCultHer, l’iniziativa rappresenta una ulteriore occasione  per garantire il “diritto di ogni cittadino all’accesso ai saperi e ad essere educato alla conoscenza e all’uso responsabile del digitale per la salvaguardia e la valorizzazione del patrimonio culturale e dei luoghi della cultura” (Manifesto Ventotene Digitale).

La Piattaforma in questione (https://lirax.org/it/cultura-e-blockchain/)  rappresenta oggi il luogo privilegiato dove studenti, docenti ed operatori culturali potranno non solo condividere le loro attività educative e formative, ma anche accedere a servizi loro dedicati della Cyber Security e dell’Intelligenza Artificiale, la certificazione e tracciabilità dei loro lavori tipiche degli ambienti Blockchain. Gli studenti, il cui accesso alla Piattaforma è riservato in forma gratuita, potranno finalmente usare e sperimentare la Blockchain per nuove e preziose attività attraverso i servizi: DiCult SIGN, DiCult BLOCK, DiCult TRACE… e molto molto di più… come attestati e certificazioni in Blockchain….Servizio Crediti Culturali… Esempi concreti sono la firma ed archiviazione dei loro documenti in Blockchain; la possibilità di dare data certa in modo facile e pratico ai loro lavori, provarne le fonti, riducendo tra l’altro i rischi di plagio e/o di sfruttamento illecito dei loro lavori; e molto altro ancora.

Categorie: NEWS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: